Windows 10 sarà la versione di Windows con il numero maggiore di installazioni

Un recente studio di Gartner si concentra sulle future prospettive di diffusione del sistema operativo Windows 10, descritto dalla società che si occupa di ricerche di mercato come la versione di Windows destinata a diventare quella più ampiamente installata, rivelandosi, quindi, degna erede di Windows XP e Windows 7.

In primo luogo, in ambito consumer, la scelta di rendere gratuito l'aggiornamento a Windows 10 per gli utenti Windows 7 e 8.1 consentirà a Microsoft di ottenere un'ampia base installata già a partire dalla fine del 2015. Note positive anche dal settore aziendale: circa la metà dell'intera clientela enterprise dovrebbe aver iniziato la fase di aggiornamento a Windows 10 a partire da gennaio 2017, per completarla entro il 2019.

Gartner evidenzia ulteriori fattori che stanno guidando la migrazione verso Windows 10:

  • La consapevolezza della fine del supporto per Windows 7 a gennaio 2020
  • L'elevata compatibilità con le applicazioni e i dispositivi Windows 7
  • Una domanda dei table 2-in-1 repressa in attesa dei nuovi modelli

Molte aziende, prosegue Gartner, hanno in programma di avviare le procedure di aggiornamento a Windows 10 nella prima metà del 2016 e di ampliare la distribuzione nella seconda metà dell'anno.

Ad incentivare la diffusione del sistema operativo Windows 10 saranno anche dinamiche proprie del mercato PC, tenuto conto che, secondo Gartner, entro il 2018 un terzo dei notebook saranno equipaggiati con schermi touchscreen; la doppia anima di Windows 10 con la sua interfaccia ottimizzata per l'ambiente desktop e per l'interazione tramite touch potrebbe quindi avere una marcia in più rispetto ai sistemi operativi concorrenti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Call Now Button